Best price

POCO M3 Recensione : Il telefono da battere nel segmento smartphone economici

https://smartphoneblog.org/xiaomi-poco-m3-recensione/

Hey! A proposito … tutti i link in questa pagina che portano a prodotti su Amazon sono link di affiliazione e guadagno una commissione se effettui un acquisto. Grazie in anticipo per il tuo supporto!

POCO M3 Recensione

“Supera le tue aspettative”: è così che Xiaomi riassume in breve le caratteristiche del suo smartphone entry-level Poco M3. E infatti, nonostante il suo prezzo basso, il modello Poco attualmente più conveniente porta hardware che probabilmente non ti saresti aspettato in questa misura. 

Poco è ora un marchio indipendente da Xiaomi, sebbene Xiaomi produca ancora tutto ciò che Poco progetta. Anche il software eseguito dai telefoni Poco o ai caricatori che usano: tutto proviene da Xiaomi, quindi l’indipendenza dei due marchi non è così ovvia, almeno per ora.

L’ultima ammiraglia economica di POCO viene fornita con un retro ridisegnato e un processore Snapdragon.

Uno smartphone per 170 €, può funzionare? Nel caso dello Xiaomi Poco M3, funziona abbastanza bene. Per questo importo, ottieni uno smartphone Android 10 da 6,53 pollici con display IPS, configurazione a tripla fotocamera, Snapdragon 662 e suono stereo. Come bonus speciale, ottieni anche un’enorme batteria da 6000 mAh. Il prezzo di acquisto include anche una custodia protettiva e una protezione per lo schermo.

POCO M3 Design

Il Poco M3 non è una versione rielaborata di alcuni telefoni Xiaomi Redmi. È stato progettato esclusivamente da Poco e ha il suo design unico.

Non dovresti però aspettarti un case dal design elegante, superfici in vetro e metallo eleganti o una certificazione IP in uno smartphone da 150 Euro . Poco M3 non fa eccezione, fa ancora molte cose per bene, in termini di case.

Rispetto alla maggior parte dei telefoni economici, il design dell’M3 vanta sicuramente un buon “rapporto qualità-prezzo” e offre un’eccellente qualità costruttiva. Il design posteriore dell’M3 è molto più unico e riconoscibile di molti modelli economici che condividono design molto simili. Sebbene la cover posteriore non sia lucida o realizzata in metallo, non sembra affatto economica. La finitura della cover in pelle testurizzata è un bel tocco, che a prima vista fa risaltare il telefono dai noiosi modelli economici.

Con un peso di soli 198 grammi, lo smartphone economico di Xiaomi è comodamente leggero, anche se è uno degli smartphone piuttosto grandi con il Display da 6,53 pollici. E sebbene debba montare una batteria XXL sotto il cofano, a 9,6 mm, è praticamente sottile quanto i suoi concorrenti.

Una cornice in plastica opaca collega la cover posteriore con la sua cospicua scritta “Poco” e il display, che è protetto da uno strato di Gorilla Glass 3. 

Xiaomi offre il Poco M3 in tre colori del case. E’ disponibile in nero (“Power Black”) in giallo (“Poco Yellow”) e blu (“Cool Blue”).

POCO M3 Recensione
POCO M3 Recensione

Il modulo telecamera è disposto sul lato sinistro del vetro incassato superiore. Per raggiungere l’equilibrio visivo, il logo di Poco viene mostrato sul lato opposto. Il modello che abbiamo è l’edizione nera. Grazie alla modanatura monopezzo della cover posteriore e del telaio, l’elegante aspetto nero dona un senso di unità.

POCO M3 Recensione

Quando giri il telefono, la parte anteriore ci ricorda il suo prezzo economico, con un display LCD 1080P a goccia d’acqua. Ovviamente, il display non è molto nitido ma, per un telefono economico, non c’è bisogno di lamentarsi.

POCO M3 Recensione

La consolazione è che il rapporto schermo-corpo è ben controllato senza lasciare una sensazione sgradevole. 

POCO M3 Recensione

POCO M3 Hardware

Real dual-SIM e fino a 128 GB di spazio di archiviazione nel Poco M3.

Il Poco M3 offre 4 GB di LPDDR4X-RAM e opzionalmente 64 o 128 GB di spazio di archiviazione 

Un dettaglio interessante è il fatto che la versione da 64 GB utilizza l’archiviazione UFS-2.1, mentre la versione da 128 GB utilizza l’archiviazione UFS-2.2. In termini di prestazioni, sono molto simili, non si nota alcuna differenza di velocità tra le due versioni di archiviazione.

La memoria interna può essere espansa tramite scheda microSD. In termini di capacità, sono supportati fino a 512 GB, non può archiviare app ma solo file multimediali. Il vassoio della scheda è in grado di contenere due schede SIM contemporaneamente oltre a una scheda microSD.

La porta USB-C compatibile OTG del Poco M3 trasferisce i dati alla velocità USB-2.0. L’apparecchiatura include anche un trasmettitore IR e una radio FM. È supportato anche DRM Widevine L1, che consente di riprodurre i flussi in qualità HD.

In questo segmento di prezzo, i compromessi hardware sono comuni a causa della riduzione dei costi. Sebbene il SOC Snapdragon 662 in esecuzione all’interno del Poco M3 non sia una scelta di prestazioni ricca di potenza, gli utenti possono comunque avere un’esperienza completa e fluida utilizzando la versione globale del sistema operativo Xiaomi Mi UI 12, lo Snapdragon 662 è un chipset aggiornato da Snapdragon 660 ed è stato ottimizzato per migliorare le prestazioni della fotocamera.

POCO M3 Recensione

Secondo i risultati del benchmark su Geekbench 5 e Antutu, le prestazioni della CPU del Poco M3 sono quasi uguali a quelle di alcuni modelli che eseguono lo snapdragon 665. Quindi l’ottimizzazione del software di questo chipset è piuttosto buona.

POCO M3 Recensione

Dato questo chipset, ero curioso se il telefono potesse eseguire fluentemente giochi popolari come PubG Mobile. Quando si esegue PubG, il gioco non consente ai giocatori di attivare la grafica HD o superiore su questo telefono: può funzionare solo con un’opzione di frame rate medio con una grafica bilanciata. Ma la frequenza dei fotogrammi può aumentare con impostazioni grafiche fluide con uno strumento di terze parti.

POCO M3 Recensione

In modalità grafica bilanciata, sebbene il funzionamento non sia completamente fluido, sarai in grado di ottenere una buona esperienza di gioco con un framerate medio a 50,22 fps. 

Software: Android 10 e MIUI 12

Il Poco M3 utilizza Android 10 e l’interfaccia utente MIUI 12 di Xiaomi.

Xiaomi di solito fornisce nuovi aggiornamenti di sicurezza per i suoi attuali smartphone ogni tre mesi, quindi dovrebbe esserci un nuovo aggiornamento presto.

Della memoria interna da 128 GB, quasi 108 GB sono ancora disponibili per l’utente. Oltre agli strumenti Google e Xiaomi, ci sono solo poche app di terze parti come Amazon, Facebook, eBay e TikTok, che possono essere disinstallate.

Comunicazione e GPS – LTE con buona copertura della banda di frequenza

Il Poco M3 supporta connessioni 4G e copre una buona quantità di frequenze con le bande LTE 1/2/3/4/5/7/8/20/28/38/40 e 41.

Lo Xiaomi non supporta i pagamenti mobili, poiché manca di un chip NFC. D’altra parte, l’apparecchiatura di comunicazione include Bluetooth 5.0 e WiFi 5.

Con un massimo di 301 Mbit / s durante la ricezione e 284 Mbit / s durante l’invio, le velocità di trasferimento WiFi sono al centro del nostro campo di dispositivi di confronto, quindi sono valori abbastanza accettabili. Tuttavia, le velocità di trasferimento non sono molto stabili, poiché la velocità WLAN continua a diminuire regolarmente per brevi periodi di tempo. Sebbene questi cali non siano molto drammatici, altri concorrenti come il Samsung Galaxy M21 , la cui velocità WLAN è praticamente la stessa, sono in grado di gestire trasferimenti di dati più stabili.

Funzioni telefoniche e qualità della voce

Il Poco M3 supporta connessioni 4G per due schede SIM contemporaneamente. Sono supportate anche le chiamate VoLTE e WLAN, purché il provider di rete lo consenta. Lo Xiaomi ha prodotto una buona qualità della voce e in modalità vivavoce le voci vengono comunque trasferite in modo chiaro e facilmente comprensibile.

POCO M3 Camera 

Probabilmente per contenere i costi, l’obiettivo ultragrandangolare è stato sacrificato per un obiettivo primario da 48 MP di migliore qualità. Sebbene in qualche modo sia una sorta di compromesso, alla luce dell’esperienza passata, preferiamo un modulo fotocamera più pratico guidato da una fotocamera principale migliore piuttosto che una fotocamera grandangolare relativamente inutile di scarsa qualità.

Le altre due fotocamere, l’obiettivo macro e l’obiettivo con profondità di campo per ritratti completano la configurazione della fotocamera sul telefono.

Tra queste tre fotocamere, la fotocamera principale è quella che ci ha regalato la sorpresa più grande. Dai campioni ripresi dalla fotocamera principale, possiamo vedere che in buone condizioni di illuminazione, le immagini presentano colori decenti con una buona gamma dinamica. E grazie alla risoluzione originale di 48 MP, la fotocamera principale puo’ scattare foto ad alta risoluzione con dettagli ricchi e anche per le modalità normali, la maggior parte dei campioni aveva anche una buona chiarezza.

POCO M3 Recensione

Ma a causa della mancanza di OIS anti-shaking, gli utenti devono fare attenzione a tenere saldamente il telefono quando si scattano foto in condizioni di scarsa illuminazione. Un altro problema è che a volte la strategia di esposizione è troppo aggressiva in alcune scene complicate, il che potrebbe portare alla perdita di dettagli di una certa luminosità estrema negli angoli.

La maggior parte delle volte, la fotocamera principale ha prestazioni stabili nell’acquisizione di foto notturne con la sua utile modalità notturna. 

La maggior parte degli scatti notturni ha mostrato un buon controllo con un’esposizione equilibrata. Ma quando siamo passati a scene estremamente scure, gli svantaggi di questo sensore sono stati esposti. Ad esempio, per offrire più dettagli in condizioni di estrema oscurità, l’esposizione è così aggressiva che l’intera immagine si è rivelata molto più rumorosa.   

Per quanto riguarda l’obiettivo macro e quello per ritratti, le loro prestazioni non sono impressionanti come la fotocamera principale, sebbene abbiano reso molto più semplici le riprese macro e ritratti. I campioni macro hanno una messa a fuoco ravvicinata e una buona presentazione dei colori ma non hanno presentato una chiarezza soddisfacente. In modalità verticale, il telefono consente agli utenti di modificare la foto originale con la messa a fuoco e l’apertura riselezionate. 

POCO M3 Batteria

Con la sua combinazione di un basso consumo energetico e una batteria XXL, lo Xiaomi Poco M3 raggiunge un’eccellente durata della batteria. Nella navigazione web simulata, dura per quasi 21 ore e durante la riproduzione di un video, ancora per quasi 19,5 ore. Con un uso regolare, lo Xiaomi Poco M3 dovrebbe essere in grado di durare almeno due, se non tre, giorni senza bisogno di ricarica. 

L’M3 ha una batteria da 6000 mAh. In un’ora di gioco PUBG, ha consumato il 14% di energia. Un altro 12% di potenza è diminuito dopo un’ora di utilizzo della fotocamera; 6% dopo un’ora di utilizzo dei social media e un ulteriore calo del 6% della batteria dopo un’ora di riproduzione video. Dopo il test, è rimasto il 62% di potenza.

POCO M3 Recensione

Il Poco M3 è dotato di un’efficienza di ricarica di 18 W, che non è davvero una straordinaria soluzione di ricarica rapida per un telefono Android. Ci sono volute oltre 2 ore per caricare completamente il telefono, il che non corrisponde alla sua capacità della batteria super grande. 

Conclusione

Nel complesso, dopo tutti i test eseguiti sul Poco M3, può essere decisamente consigliato questo telefono nella sua fascia di prezzo. Sebbene il telefono non possa essere elogiato per le sue prestazioni e la ricarica, alcune caratteristiche come l’eccellente qualità costruttiva, le buone prestazioni della fotocamera e la lunga durata della batteria, lo distinguono dai noiosi telefoni economici.

motorola edge s

sony xperia l4

motorola moto g8 power lite

OnePlus 8T VS OnePlus 8 Pro

zte axon 11 5g

🤞 Non perderti neanche uno dei nostri consigli!

Non inviamo spam! Puoi saperne di più leggendo la nostra Informativa sulla privacy

Link sponsorizzato
POCO M3 Recensione : Il telefono da battere nel segmento smartphone economici
POCO M3 Recensione : Il telefono da battere nel segmento smartphone economici